Continua la moria di delfini in Toscana, 18mo caso da luglio

Continua la moria di delfini in Toscana. Un tursiope è stato trovato morto oggi a Livorno. Lo rende noto l’agenzia regionale dell’ambiente Arpat. È il 35/o caso dall’inizio dell’anno e il 18/o dall’inizio di luglio in Toscana. Nei giorni scorsi l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni ha reso noto che in base alle autopsie condotte su 8 delfini che si sono spiaggiati in Toscana negli ultimi mesi, 7 presentavano lo stomaco completamente vuoto, come se qualche patologia li avesse indeboliti al punto da non riuscire a nutrirsi e, di conseguenza, morire.

L’ultimo cetaceo morto in Toscana è un tursiope (Tursiops truncatus), la specie di delfino per antonomasia, cui appartengono sia il celebre Flipper dell’omonima serie televisiva che gli animali tenuti in cattività in parchi acquatici e acquari. La carcassa era in discrete condizioni e dunque il cetaceo era morto da poche ore quando è stato individuato. Come indicato dall’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni, dalle autopsie eseguite su otto delfini spiaggiati è emerso che ben sette avevano lo stomaco completamente vuoto.

Ciò suggerisce la presenza di una grave patologia che li ha spinti a non nutrirsi condannandoli a morte. Secondo la biologa marina del Tethys Research Institute Sabina Airoldi, contattata dall’ANSA, la causa più probabile risiede in una epidemia di Morbillivirus. La studiosa ha indicato che la presenza di inquinanti nei mari – alla stregua di policlorobifenili e composti aromatici policiclici – abbatte le difese immunitarie dei cetacei rendendoli più suscettibili alle infezioni di origine virale e batterica. Il virus del morbillo è tra i più pericolosi per i cetacei; è stato associato alla recente moria di capodogli in Sicilia ma anche alla strage di megattere registrata nell’Oceano Atlantico, oltre che ad altri eventi di massa. Nel Mediterraneo negli anni ’90 sterminò centinaia di delfini.

Lo scorso anno sono stati trovati spiaggiati in Toscana 23 cetacei di cui 20 delfini, mentre nel 2017 furono 48 di cui 41 delfini.




Altre Notizie