Dieta, ecco 5 alimenti che fanno ingrassare e non lo sapete

Spesso quando si vuole dimagrire la prima cosa che si fa è ridurre in modo drastico porzioni e calorie. Questa strategia sembra apparentemente giusta per perdere peso. In realtà, non lo è affatto.Tagliare in modo netto l’introito calorico favorisce a lungo andare l’accumulo dei centimetri in più, visto che rallenta il metabolismo: l’organismo quando rimane a corto di “carburante” va in modalità “risparmio” e tende a consumare di meno e accumulare di più.

Quali sono i cibi che fanno ingrassare?

Sostituire il pranzo con un gelato. Il gelato dal punto di vista nutrizionale oltre a essere ricco di zuccheri e grassi, non è un alimento completo. Difetta delle fibre che favoriscono il senso di sazietà. Se viene consumato al posto di un piatto di pasta o di un secondo e un contorno, dopo poco favorisce gli attacchi di fame.

Mangiare solo verdure. Le verdure e gli ortaggi apportano tante sostanze alleate del peso forma. Assicurano una gran varietà di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre. Mangiarli però da soli a pranzo o a cena non fa dimagrire. Anzi, rischia di avere l’effetto opposto.Sono carenti di proteine e carboidrati, due nutrienti preziosi per il buon funzionamento dell’organismo. In più, mangiati da soli non assicurano una sazietà duratura, essenziale per non cedere con facilità a sgarri e abbuffate.

Non usare l’olio. L’olio extravergine d’oliva a crudo oltre a essere ricco di gusto contiene nutrienti super per la linea. Ecco perché dovrebbe essere il condimento principale dei piatti anche a dieta. Fornisce grassi “buoni” e antiossidanti come i polifenoli. Queste sostanze hanno proprietà antinfiammatorie. Inoltre, favoriscono il corretto funzionamento della circolazione sanguigna, essenziale per contrastare gonfiore e cellulite.

Mangiare la pasta in bianco. Un piatto di pasta al pomodoro o alle verdure di stagione condita con dell’olio extravergine d’oliva è meglio di un piatto di spaghetti sconditi. Apporta più vitamine e antiossidanti. Ha poi un maggiore potere saziante. Fornisce infatti più fibre e grassi “buoni” che aiutano a tenere a bada la glicemia (i livelli di zuccheri nel sangue) e gli attacchi di fame improvvisi.

Cuocere tutto alla griglia. Le cotture troppo aggressive come il barbecue o alla griglia deteriorano preziosi nutrienti come le vitamine, in particolare quelle sensibili al calore come la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E.

Altre Notizie