Fa una lastra e scopre che il suo pene stava diventando un osso

Un uomo di 63 anni di New York è scivolato per strada, cadendo di schiena. Non ha battuto la testa ma avvertendo un dolore al ginocchio, ha deciso di andare in ospedale per farsi visitare e assicurarsi di non avere nulla di rotto. Vista la tipologia di caduta, i medici hanno ritenuto opportuno effettuare anche una radiografia al bacino. Come riporta il Daily Mail, l’uomo non ha riportato nulla di rotto, in compenso i medici hanno notato una cosa davvero singolare: il suo pene si stava trasformando in un osso.

Per quanto possa sembrare assurdo, delle cellule ossee si stavano formando all’interno dell’organo sessuale dell’uomo: si chiama ossificazione del pene e, sebbene sia una situazione molto rara, può accadere per vari motivi. Può essere, infatti, la diretta conseguenza, della malattia di Peyronie, un’anomalia anatomica del pene dovuta alla formazione di tessuto fibroso-cicatriziale che può portare anche all’incurvamento dell’organo.

In realtà, l’ossificazione può verificarsi anche in altre parti del corpo e può essere causata anche dal cancro, dai problemi alla tiroide o da malattie del fegato. Si tratta di una patologia che si può curare con terapie specifiche o con interventi chirurgici. L’uomo newyorkese, però, insoddisfatto della diagnosi, ha preferito lasciare l’ospedale senza fare ulteriori accertamenti e così i medici non hanno potuto aiutarlo.



Altre Notizie