Ossa umane ritrovate ad Albarella, potrebbero essere di Isabella Noventa

4

La procura di Padova si è messa in contatto con quella di Rovigo per chiedere di verificare se i reperti ossei rinvenuti nella spiaggia di Albarella (Rosolina) appartengano al cadavere di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego della cui scomparsa sono sospettati i fratelli Freddy e Debora Sorgato e la ex tabaccaia Manuela Cacco.

Sabato scorso è emerso un frammento che sembrerebbe un femore, il 20 agosto una mandibola. Il medico legale Lorenzo Marinelli di Ferrara sarà a breve incaricato dal pm Sabrina Duò di verificare se si tratta di ossa umane o animali. Se sarà necessario verrà fatta anche l’estrazione del dna. La notizia del ritrovamento dei reperti ossei è stata condivisa con le altre procure.

Padova ha comunicato a Rovigo che tra le verifiche da fare c’è quella della eventuale corrispondenza con il dna di Noventa, scomparsa a 55 anni la notte tra il 15 ed il 16 gennaio del 2016.

Seguendo il percorso del fiume è legittimo pensare che il corpo possa essere stato riversato in mare e che poi resti si siano depositati anche a molti chilometri dalla foce. Freddy Sorgato e la sorella Debora sono stati condannati a 30 anni in primo e secondo grado per quell’omicidio, insieme alla tabaccaia veneziana Manuela Cacco che invece ha preso 16 anni. Le condanne non sono ancora definitive, si attende l’ultimo ricorso, quello per Cassazione.