#StopMassacroDelfini, Marevivo scende in piazza per il Japan dolphins day 2019

Domani, in occasione del Japan Dolphins Day 2019, Marevivo Onlus aderisce alla mobilitazione mondiale organizzata da Ric O’Barry’s Dolphin Project e Empty the Tanks per manifestare pacificamente a Piazza del Popolo alle ore 11:00 contro il massacro dei delfini. In Giappone, infatti, a settembre ricomincerà la terrificante mattanza di migliaia di cetacei nella baia di Taiji, piccola città a Sud del Paese.

Nello spirito della Convenzione di Washington del 1946 sulla salvaguardia dei cetacei e dei mammiferi marini e forti dei principi di sostenibilità ambientale e di rispetto delle risorse marine viventi protette Marevivo, insieme ad altre associazioni internazionali, chiede alle autorità giapponesi di chiudere Taiji e fermare il massacro dei delfini.

L’associazione si è già attivata per sensibilizzare su questa mattanza lanciando una petizione #StopMassacroDelfini sulla piattaforma Change.org che ad oggi è stata sostenuta da quasi 200 mila persone ed ora chiede a tutti di partecipare a questo evento mondiale, l’unico ad essere stato organizzato in Italia, che ha lo scopo di salvare i delfini da una crudeltà ingiustificabile.

«A Taiji la caccia continua anche perché finanziata da acquari e delfinari – spiega Laura Gentile, responsabile campagne di Marevivo – .  I delfini catturati sono di solito venduti ai parchi acquatici giapponesi, ma alcuni sono trasportati fino in Cina o negli acquari di Singapore, Messico, Corea, Vietnam e Russia. Per noi di Marevivo è fondamentale educare e sensibilizzare sul problema e riteniamo che evitare questo tipo di intrattenimento sia un fattore chiave per fermare la caccia di Taiji. Tutti coloro che vogliono davvero conoscere i delfini, e provare un’emozione unica, devono vedere questi splendidi animali liberi, felici nel loro habitat naturale, e non prigionieri nei delfinari, dove non hanno alcun modo di esprimere la loro vera natura».



Altre Notizie