Stromboli, nuova esplosione del vulcano: turisti si rifugiano in chiesa

Una violenta esplosione è avvenuta poco dopo mezzogiorno sullo Stromboli, con ricaduta di sabbia, cenere e altro materiale vulcanico. Stavolta dal lato del villaggio di Stromboli, anche questa volta un parossisma, apparentemente di entità leggermente minore rispetto alla scorsa esplosione.

Al momento stanno cadendo pomici dal cratere in direzione dell’abitato: “Stiamo monitorando la situazione, è ancora presto per dire di che entità si tratta, è ancora in corso”, ha spiegato Maurizio Ripepe, dell’universita di Firenze che monitora le bocche del vulcano. L’esplosione è stata avvertita anche da Salina. Al momento non si segnalano danni a persone o cose, tranne piccoli focali d’incendio sul versante di Ginostra del Vulcano. Cenere sul villaggio dal lato di Stromboli.

Un gruppo di turisti che si trovavano a Stromboli dopo l’esplosione sono scappati dalla spiaggia e sono radunati in piazza di fronte la chiesa di San Vincenzo. Stanno tutti bene, anche se sono molto spaventati. Il boato è stato molto forte e dopo l’esplosione il cielo si è oscurato. Sull’isola c’è una pioggia di cenere e materiali. La situazione sembra comunque sotto controllo.



Altre Notizie