Uccise e mangiò la fidanzata, il ‘killer cannibale’ ora è libero

Uccise e mangiò la fidanzata. Il ‘killer cannibale’ ora è libero dopo 12 anni e torna a vivere a Londra. Il tabloid The Sun racconta gli ultimi sviluppi della vicenda che coinvolge Paul Durant, 60 anni, scarcerato dopo 12 anni di detenzione. L’uomo, autore di due rapine, era stato arrestato in Spagna per l’omicidio di una donna 41enne, conosciuta nella zona di Benidorm. La polizia, dopo l’irruzione in un appartamento, trovò tracce di sangue e resti umani. “Dopo averla uccisa, ho ridotto il corpo a brandelli e ho mangiato parti che ritenevo commestibili”, confessò Durant, trasferito in Inghilterra nel 2010, dove ha scontato gli ultimi 8 anni e 8 mesi.

Paul Durant, libero il cannibale che divorò la sua fidanzata

Paul Durant commise l’atto che l’ha reso tristemente celebre ai danni della donna con cui ai tempi aveva una relazione, la quarantunenne Karel Durrell, mentre erano nella località di Calpe, cittadina facente parte della Comunità Autonoma Valenciana. La Spagna Orientale fu dunque teatro di uno degli atti più cruenti che l’Europa abbia conosciuto nello scorso decennio, forse il più terribile fra gli omicidi di singoli individui: l’idea che soli 12 anni di reclusione fossero troppo pochi non appartiene dunque soltanto ai parenti della vittima, ma ad una buona fetta dell’opinione pubblica.

Paul Durant ed il suo ritorno in UK: parla il The Sun

Il ritorno di uno dei criminali britannici più efferati di sempre in patria ha destato uno scalpore enorme, al punto da scomodare addirittura un tabloid importante come The Sun, il quale ha riportato una dichiarazione anonima di una persona che vive nelle vicinanze del nuovo appartamento dell’uomo:



Altre Notizie