Anziana di 90 anni violentata, indagati 2 minorenni

Erano partiti per compiere una rapina e alla fine hanno anche abusato di una donna di 90 anni che aveva tentato di resistere all’aggressione di due minorenni.

Si è fidata di quei due ragazzini che lo scorso sabato pomeriggio, alle 18,30 circa, hanno suonato alla sua porta di casa, ed ha aperto: si trattava di due amici del nipote, uno di 14 anni, l’altro di 17. Questi due ragazzini l’hanno rapinata, pestata a sangue, e violentata. E lei, la vittima, ha 90 anni.

E’ il crimine brutale, inconcepibile, ancora più mostruoso per essere stato compiuto da due ragazzini, avvenuto a Messina, in un appartamento del centro città.

L’anziana donna viveva da sola, era autosufficiente. Adesso è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Piemonte. Ha riportato contusioni ed escoriazioni in tutto il corpo. A 90 anni ha certamente perso ogni fiducia nel mondo.

A scoprire la donna, insanguinata e denudata sul pavimento di casa, è stata la figlia, che ha subito chiesto l’intervento della Polizia. Gli agenti, appena giunti, non potevano credere a quello che vedevano, una povera vecchietta bastonata a sangue, abusata, nuda. Ma lucida. Lucida nonostante la violenza subita e l’età avanzata.

L’anziana donna ha raccontato tutto agli agenti: chi erano gli autori della crudele aggressione, li ha descritti con dovizia di particolarei. E in pochissimo tempo gli uomini della sezione Volanti di Messina hanno catturato i due con ancora il bottino che si portavano dietro.

Sono stati arrestati, con l’accusa di concorso nei reati di rapina aggravata, tentato omicidio e violenza sessuale in danno di un donna di 90 anni. Inoltre, entrambi sono indagati a piede libero per porto di strumenti atti ad offendere. Adesso si trovano al Centro di Prima Accoglienza presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, in attesa di essere interrogati.



Altre Notizie