e-Cig, scoperta la sostanza che fa ammalare

e-Cigarette, scoperta la sostanza che fa ammalare, si tratta di un olio derivato dalla vitamina E, il cosiddetto vitamina E acetato. Lo scrive il Washington Post. La vitamina E si trova in certi alimenti, come l’olio di colza, l’olio d’oliva e le mandorle.

Le vittime dei problemi polmonari hanno infatti affermato di aver inalato prodotti molto diversi tra loro, un fattore che complica il lavoro delle autorità. L’acetato di vitamina E è al momento un possibile indiziato in virtù della presenza riscontrata nella maggior parte dei campioni analizzati, ma ciò non implica necessariamente un nesso causale tra la sostanza e i casi di malattia. Intanto, un comunicato dello Stato di New York invita gli utilizzatori di sigarette elettroniche a non “utilizzare prodotti non regolati comprati per strada”, che potrebbero essere a rischio, oltre a non “modificare i prodotti per svapare o aggiungere sostanze non previste dai produttori”.

L’olio derivato è disponibile comunemente come integratore nutrizionale ed è usato nei trattamenti topici della pelle. Non è noto come sostanza dannosa quando è ingerita come integratore o applicata sulla pelle,evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”.Ma la sua struttura molecolare, secondo gli esperti, potrebbe essere pericolosa se inalata.

Le proprietà simili a quelle dell’olio potrebbero essere associate con il tipo di sintomi respiratori che hanno riportato molti pazienti: tosse, mancanza di respiro e dolore al petto. L’Illinois e l’Oregon hanno registrato in estate quelli che sono considerati i primi due decessi legati alla sigaretta elettronica o, più probabilmente, ai prodotti inalati.



Altre Notizie