Mal di schiena: 5 bambini su 10 ne soffrono già alle elementari

Bimbi col mal di schiena già alle elementari: cinque bambini su 10 delle soffrono di mal di schiena. Nel mirino l’eccessivo o sbilanciato carico sulla schiena, come uno zaino inadatto, la postura ‘da tablet’, ma anche esercizi ginnici inappropriati. Così, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, gli Ortopedici e traumatologi ospedalieri d’Italia (Otodi) lanciano l’allarme e invitano genitori, insegnanti e istruttori ad assicurarsi che i bambini non stiano seduti con la schiena curva e che svolgano un’attività fisica adeguata alla loro età. “Purtroppo, le nuove generazioni – dice all’AdnKronos Salute Mario Manca, presidente Otodi – soffrono di lombalgia quasi il doppio, rispetto ai loro genitori quando avevano la stessa età”.

“Proprio quella tra i 6 e i 10 anni è la fascia d’età più importante per lo sviluppo muscoloscheletrico e in cui la schiena dei bambini è senza dubbio più delicata. A rendere più complicata la situazione l’utilizzo smodato di tablet, play station e smartphone, che non aiuta a correggere la postura dei bambini, anzi la peggiora”. Quindi, genitori, attenti allo zaino e alla postura dei vostri figli, ma anche all’attività fisica nei centri sportivi.

Ecco un piccolo vademecum per lo scolaro ‘sano’:

–          Scegliere una sedia ergonomica e una scrivania proporzionata all’altezza del bambino, affinché i piedi possano appoggiare bene per terra, gli avambracci sul piano del tavolo e le spalle restare rilassate.

–          Lo zaino deve essere molto leggero quando è vuoto e senza aperture a soffietto che incentivano a riempirlo di più. Deve avere bretelle ampie e imbottite e una cintura in vita e soprattutto non pesare più del 20% del peso corporeo. La soluzione migliore resta il trolley che è munito di rotelle.

–          Evitare di studiare su letti e divani, ma sempre seduti alla scrivania, e di appoggiare computer e tablet sulle gambe. Utilizzarli sempre su un tavolo e con i supporti disponibili.

–          Prestare attenzione ai possibili segnali di problematiche alla schiena e fare attività fisica: Consultare il proprio medico o uno specialista per imparare a riconoscere la sintomatologia o un campanello di allarme di un problema alla schiena e con il quale pianificare delle attività sportive per prevenire disturbi come la scoliosi, fra i più ricorrenti tra gli scolari ‘scorretti’ e sedentari.



Altre Notizie