Roma: accoltella vigilante, lo disarma e si spara in tunnel della metro B

4
Tenta di uccidere una guardia giurata poi si togli la vita con la pistola sottratta al vigilantes, la polizia sul luogo 26 settembre 2019 ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Un ragazzo di colore ha accoltellato alla gola un vigilante, lo ha disarmato e si è poi sparato alla testa con la sua pistola uccidendosi. E’ successo nel tunnel della metro B, alla stazione Tiburtina di Roma. La guardia è ora ricoverata all’ospedale Umberto I in gravi condizioni.

Sul posto sono intervenute numerose pattuglie di polizia e carabinieri, insieme con i militari dell’Esercito che si occupano della vigilanza anti terrorismo delle stazioni della metropolitana. L’ingresso al tunnel è stato transennato. A terra nel corridoio c’è il coltello usato dall’uomo deceduto. Il suo corpo e’ poco distante accanto ai tortelli. La Scientifica ha isolato la zona.

La guardia giurata è stata avvicinata dall’uomo che l’ha colpita almeno due volte alla gola per sgozzarla. Poi le ha sfilato la pistola dalla fondina e si è puntato l’arma alla testa uccidendosi.

La scena è accaduta davanti agli occhi degli utenti del servizio pubblico che ogni giorno transitano all’interno della stazione per spostarsi in città a bordo dei convogli sotterranei. Nessun disagio alla circolazione dei treni: i convogli transitano normalmente lungo la linea B della metropolitana, anche all’altezza della stazione Tiburtina, dove poco fa è avvenuto l’accoltellamento. Risulta chiuso il tunnel lato via Lorenzo il Magnifico, dove sono intervenute le forze dell’ordine, il personale sanitario del 118 e il medico legale

Ti Potrebbero interessare anche: