Sacerdote in gita con gli studenti assume droga e si sente male

Un sacerdote in viaggio a Cremona con gli studenti di una scuola media statale assume droga e si sente male.

Ha preso della droga e si è sentito male mentre era in gita a Cremona con alcuni studenti di una scuola media statale di Alassio (Savona), dove stava facendo una supplenza di un paio di settimane. Per questo un prete della città ligure è stato sospeso dagli incarichi pastorali e, spiega il vescovo di Albenga-Imperia Giacomo Borghetti, ora segue un programma terapeutico e riabilitativo.

Il vescovo: “Abbiamo concordato un piano terapeutico”
L’episodio risale a giugno, ma negli ultimi giorni la notizia si è diffusa. L’uomo, a quanto si apprende, quando si è sentito male è stato soccorso dagli studenti ed è stato portato in ospedale. “La vicenda è stata affrontata con tempestività. Non ci sono stati danni a terzi, soprattutto ai minori – ha spiegato il vescovo – Il soggetto è stato ripreso da me, abbiamo parlato e ovviamente abbiamo concordato un piano terapeutico e di recupero e devo dire che è molto collaborativo”. “Mi sono stupito – ha aggiunto Borghetti – che notizie del genere escano soltanto ora”.

“Si è reso conto di aver commesso un errore”
Il vescovo, però, non vuole sentir parlare di overdose: “Il termine overdose ha un significato clinico ben preciso – sottolinea Borghetti – Quella del malore è la versione più vicina alla verità”. Se il sacerdote alla fine sarà o meno sospeso definitivamente dal proprio mandato pastorale “dipenderà dall’esito di questo percorso di recupero – ha spiegato il vescovo – Lui, comunque, mi sembra collaborativo, si è reso conto di aver commesso un errore. È come una persona che, saputo di aver contratto la polmonite, accetta di andare in ospedale, ed ora è convalescente”.


Altre Notizie