Al Rizzoli di Bologna primo trapianto al mondo di vertebre umane su un paziente con tumore osseo

È la prima volta al mondo: all’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna, una parte di colonna vertebrale è stata sostituita da quattro vertebre umane, conservate nella Banca del Tessuto Muscolo-scheletrico della regione.

L’intervento è stato eseguito il 6 settembre su un paziente di 77 anni colpito da cordoma, forma maligna di tumore osseo. L’équipe di medici è stata guidata dal direttore di Chirurgia vertebrale a indirizzo oncologico e degenerativo del Rizzoli, Alessandro Gasbarrini. L’operazione apre, quindi, una nuova frontiera dell’oncologia perché fino ad ora, quando era necessario sostituire delle vertebre, i chirurghi hanno avuto a disposizione protesi di carbonio, di titanio oppure ricostruite con la stampante 3D

Il paziente, spiega Gasbarrini, “sta bene” ed “è stato dimesso. È stato da noi circa un mese. Dopo i primi 15 giorni di controllo post operatorio è stato dimesso in un altro reparto, per la fisioterapia, dove è stato rimesso in piedi e in condizioni di avere una vita il più normale possibile. Poi, quando era in condizioni di farlo, è tornato tra i suoi affetti”.


Altre Notizie