Boa entra in casa e inghiotte un gatto

Panico a Marsiglia lo scorso sabato. Verso le 13:00, un boa lungo un metro è entrato da un balcone in un appartamento di via Grand R al n° 12 nel dipartimento di Bouchs-du-Rhône. L’impressionante rettile ha effettivamente seminato terrore nell’edificio dove i residenti hanno assistito ad una scena non adatta a deboli di cuore: il serpente ha inghiottito un povero gattino, sotto gli occhi delle persone stupite. Terrorizzati per l’accaduto, hanno immediatamente chiamato la polizia, che è prontamente arrivata con una squadra specializzata. Una volta neutralizzato il rettile, si è notato che aveva una grande rigonfiatura nel corpo, segno che aveva ingerito da non molto qualche preda. Ebbene, si trattava del gatto domestico della signora.

Le autorità continuano a non sapere a chi appartiene il serpente, ma una cosa è certa: il suo proprietario è un occupante dell’edificio. È stata avviata un’indagine per identificarlo. Alla luce di questo ulteriore episodio, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ricorda che in Italia è proibito allevare e tenere in casa serpenti velenosi. Sono invece consentite altre specie come boa o pitoni appartenenti alla famiglia dei boidi, non velenosi, ma comunque molto pericolosi perchè costrittori. Non è facile avere un serpente in casa e bisogna essere consapevoli del fatto che non abbiamo a che fare con un comune animale domestico.

Un boa, per esempio, può superare i 20 kg di peso e i tre metri di lunghezza diventando molto pericoloso per l’uomo. Sarebbe buona norma non lasciare mai liberi per casa i serpenti e non tentare di addomesticarli. I rettili devono vivere nell’ambiente del loro terrario e vanno trattati con una certa attenzione. Mai, per esempio, offrire loro del cibo direttamente dalla mano e mai lasciarli avvicinare ad altri animali domestici come cani, gatti o uccelli.

Capita purtroppo sempre più spesso che chi possiede questo genere di animali arrivi al punto di non sapere più come gestirli, tanto di decidere di abbandonarli. C’è chi responsabilmente li affida a centri specializzati e chi li abbandona nei boschi mettendo a rischio l’animale, ma anche malcapitati passanti. Prima di decidere di tenere un serpente in casa, bisogna informarsi bene e capire a cosa si va incontro.


Altre Notizie