California, allarme per maxi incendio: un morto, 100mila evacuati

Il nord di Los Angeles avvolto dalle fiamme a causa di un maxi incendio che si è sviluppato la scorsa notte e che si sta velocemente propagando al punto di costringere ad un’evacuazione forzata per circa 100 mila residenti nell’area metropolitana.

Le fiamme del rogo denominato “Saddlebridge” si sono propagate nella notte dopo che un camion della spazzatura ha riversato dei rifiuti in fiamme tra la vegetazione. Sembrerebbe proprio questa la causa dell’incendio. Secondo le autorità un uomo è morto d’infarto mentre decine di abitazioni sono già state distrutte.

Il capo della polizia di Los Angeles, Michel Moore, continua lanciare appelli affinché la gente lasci le zone più a rischio: “Ho visto persone nelle zone di evacuazione che cercavano di combattere le fiamme con le pompe del giardino. Quelle persone non solo si sono messe in pericolo” ma hanno messo in pericolo “anche i primi soccorritori visto che poi sono dovuti intervenire per salvarle”.

Oltre al nord di Los Angeles, l’incendio si sta spostando verso la città di Santa Clarita, ha dichiarato il vice capo dei vigili del fuoco, Dave Richardson. Nella zona è stata emessa l’allerta massima. Gli incendi hanno distrutto decine di edifici e lasciato varie zone senza elettricità. Il fronte di fuoco è vasto circa 16 chilometri, oltre 200 vigili del fuoco sono al lavoro. Le previsioni meteo hanno annunciato forti venti e condizioni “estremamente critiche” per gli incendi.


Altre Notizie