E’ allame, alcuni prodotti per la dentizione dei bambini contengono zuccheri e alcol

I pediatri mettono in guardia sull’uso di 9 gel su 14 analizzati dalla British Dental Association (BDA). Anche se possiedono il sigillo della Medicines and Healthcare Regulatory Agency (MHRA) del Regno Unito, alcuni prodotti per la dentizione sarebbero dannosi per la salute dei più piccoli.

Molti genitori danno ai propri bambini oggetti da dentizione. Di solito anelli di plastica o gomma, ma anche bracciali, collane o altri oggetti duri da mordere per alleviare il dolore alle gengive causato dalla crescita dei dentini o per stimolarne lo sviluppo sensoriale. Non tutti questi oggetti, tuttavia, sono indicati.

Alcuni infatti possono essere molto pericolosi e per questo motivo il loro utilizzo è stato sconsigliato dalla dai ricercatori della British Dental Association (BDA), secondo cui 9 gel per la dentizione su 14 contengono zuccheri (saccarosio) alcol e/o lidocaina (anestetico locale). Questo contenuto causerebbe «effetti collaterali potenzialmente nocivi» per la salute dei bambini. In particolare, la BDA ha analizzato le pillole di Weleda Chamomilla 3X Helios ABC 30C Pillules, rilevando la presenza di saccarosio, uno zucchero dannoso per i denti in formazione del bambino, e deleterio per le carie. Sotto scrutinio anche i gel di Boots Teething Gel 3 Months Plus, Bonjela Teething Gel, Bonjela Junior Gel, Dentinox Teething Gel, Calgel Teething Gel, e l’Anbesol Teething Gel: sei delle formule contengono alcol, mentre altri 6 gel con licenza contengono lidocaina.

Il gel di Boots è stato ritirato dal mercato lo scorso gennaio. Negli Stati Uniti sono state registrate 22 reazioni allergiche, e anche qualche caso di morte è stato associato all’esposizione ad una soluzione di lidocaina del 2%.Sebbene nessuno dei prodotti analizzati contenesse più dell’1% di lidocaina, gli esperti temono una potenziale reazione avversa data da un incorretto impiego o da un eccessivo dosaggio della soluzione. «I genitori dovrebbero comprare questi prodotti per risparmiare lo stress della dentizione ai loro bambini, ma non si rendono conto che le soluzioni contengono alcol, zucchero o lidocaina», dice Mick Armstrong, a capo della BDA.

«Acquistare un prodotto con un buon marchio dovrebbe offrire la sicurezza di fare una scelta sicura, ma in realtà i consumatori si ritrovano nel mezzo di un campo minato pieno di ingredienti potenzialmente dannosi».Gli esperti consigliano ai genitori di offrire ai loro bimbi un anello per i denti al posto del gel. Preferibilmente tenuto dentro al frigo per dare un maggior sollievo alle gengive del piccolo. La ricerca, evidnzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stata pubblicata nella rivista scientifica British Dental Journal.



Altre Notizie