È morta Alagba, la tartaruga più anziana del mondo: aveva 344 anni

E’ morta all’età di 344 anni Alagba la tartaruga più vecchia al mondo considerata sacra e dai poteri curativi. Alagba, la tartaruga più longeva di tutta l’Africa è morta giovedì scorso. Considerata una figura sacra, quasi mitologica per le presunte proprietà curative che le erano attribuite, si è spenta nella casa di Oba Oladunni Oyewumi, il capo di Ogbomoso, dove l’animale viveva da sempre.

Dalle testimonianze diffuse sulla stampa emerge che Alagba era famosa e molto amata non solo in città, proprio per la sua sacralità e i suoi poteri curativi che spingevano numerose persone a farle visita ogni giorno.

Secondo la tradizione locale, Alagba era arrivata a Ogbomoso quando il villaggio, ormai una città da 245mila abitanti, era composto da poco più di qualche capanna, ai tempi del suo terzo capo, Isan Okumoyede. Diventata una celebrità, attirava turisti e curiosi da tutta l’Africa. Mr Toyin Ajamu, il segretario di Oyewumi, ha detto: “Alagba vivrà qua ancora per secoli a venire. Alagba aveva due membri dello staff del palazzo solo per lei. La nutrivano, la curavano, la aiutavan”. Alagba, che è morta per le complicazioni dovute a una comune malattia, sarà con molta probabilità imbalsamata e conservata come se fosse un “documento storico.



Altre Notizie