Le castagne svolgono 6 benefici sulla nostra salute, ecco quali

Le castagne in passato erano considerate “il pane dei poveri” perché erano facilmente reperibili e fornivano zuccheri e minerali ricostituenti; i nostri nonni le gustavano cotte sulla brace, bollite, trasformate in farina o essiccate, abbinandole a zuppe, latte e più di rado alla carne.

Oggi la castagna è un alimento che raramente viene inserito nei regimi dietetici per via del suo apporto calorico: bisogna tuttavia ricordare che il numero di calorie è inferiore a quello, per esempio, della frutta secca; inoltre le castagne sono particolarmente sazianti, e dunque ne basta una piccola quantità per assicurarsi tutti i loro principi nutritivi.

Grazie al loro ottimo contenuto in Carboidrati complessi, le castagne sono un vero e proprio alimento base, in grado di sostituire i più pregiati cereali.

Da un punto di vista nutrizionale, la castagna è un alimento di elevata qualità grazie, soprattutto, all’alta percentuale di amidi abbinata ad un discreto contenuto di grassi, proteine, sali minerali (soprattutto potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio, ferro) e vitamine (C, B1, B2 e PP). Queste caratteristiche, unite all’ottima digeribilità, rendono la castagna un alimento ideale anche per gli sportivi.

Le castagne svolgono ben 6 benefici sulla nostra salute

1. Sono energetiche e nutrienti, facilmente digeribili, ricche di amidi e povere di grassi;

2. Hanno un alto contenuto di potassio (395 mg), utile per ritemprare il corpo dalla dispersione estiva dei sali minerali e prepararlo all’inverno, ottimo per sportivi e bambini in crescita. Il potassio, inoltre, aiuta il cervello, il sistema muscolare e quello cardiovascolare;

3. Le loro proprietà toniche e remineralizzanti sono utili a ridurre l’affaticamento muscolare, soprattutto nei soggetti stressati e negli sportivi;

4. Grazie al contenuto di Omega 3, le castagne migliorano il tono della pelle, che diventa più tonica, compatta e vitale. Sono perciò consigliate a chi è a dieta, per non ritrovarsi con i tessuti svuotati e cadenti dopo la perdita di grasso;

5. L’alto contenuto di fibre favorisce la motilità intestinale ed il senso di sazietà;

6. Sono sedativi naturali della tosse, dalla loro cottura se ne ricava un fantastico decotto espettorante.

Infine, grazie al loro elevato valore nutritivo, nella farmacopea popolare sono indicate in caso di avitaminosi, anemia e debilitazione. L’infuso ed il decotto, ricchi di tannini, sono utili in caso di bronchiti e diarrea. Grazie alla loro azione antisettica, i gargarismi con l’infuso di foglie sono un ottimo rimedio contro infiammazioni di gola e bocca.


Altre Notizie