Rincari di ottobre, 10 modi per evitare la maxi-stangata in bolletta

Ad ottobre sono arrivati i rincari su luce a gas in bolletta e sono stati azzerati i benefici dovuti alle riduzioni dell’ARERA. Numeri alla mano gli italiani dovranno modificare al rialzo il budget destinato all’energia. La luce aumenta del 3,2% rispetto al trimestre passato, e dovrebbe far levitare la bolletta del 2,6%, grazie alla riduzione dello 0,6% degli oneri di sistema. Il gas invece risente della risalita dei costi della materia prima, e arriva al +3,8%, sempre considerando la differenza col precedente trimestre. Prima di passare alle nostre linee-guida, meglio partire da un consiglio-base: per evitare costi eccessivi occorre sempre valutare con attenzione le offerte per il gas e la luce sul mercato, come ad esempio quelle di Green Network, in modo da scegliere la più vicina ai nostri reali bisogni e necessità. Senza questa scelta preliminare, tutte le altre indicazioni rischiano di essere superflue.

5 modi per evitare la stangata in bolletta luce

1. Non bisogna mai sottovalutare piccoli gesti che potrebbero incidere in maniera importante sui consumi: altro consiglio decisivo è quello di spegnere totalmente tutti i dispositivi che rimangono in stand by, perché consumano inutilmente e più di quanto si creda. Basta collegarli ad una ciabatta con interruttore e togliere materialmente l’alimentazione quando non si usano.

2. Usare il portatile, al posto del personal computer da tavolo, costa molto meno proprio perché strumento studiato per ridurre al minimo i consumi. Oltre ad essere comodo ed oramai estremamente performante aiuterà nettamente la vostra bolletta;

3. Scegliere elettrodomestici dimensionati sulle vostre esigenze porta un grande risparmio. Less is more: un frigorifero e un forno a microonde possono essere sufficienti per una coppia, scegliere una lavatrice con una capacità inferiore, oppure usare il microonde invece del forno a resistenza fa risparmiare decine di euro l’anno

4. Infine conviene fare un rapido check di tutte le lampadine in casa, specialmente quelle dell’area living: è buona prassi sostituire le più vecchie con le moderne soluzioni a led, che consentono prestazioni top sia a livello di illuminazione sia a livello di risparmio energetico.

5. Ricordarsi di spegnere sempre le lampadine in casa: sembra un consiglio banale, ma troppo spesso lasciamo accese lampadine in stanze che non utilizziamo, con il rischio di sprecare tantissima energia.

I 5 modi per risparmiare sulla bolletta del gas

1. Partiamo dalle basi: fare un rapido check in casa per chiudere finestre e censire se ci sono spifferi sotto porte e finestre per poi intervenire con gli isolanti termici;

2. Occorre intervenire anche sugli sprechi, montando le valvole termostatiche sugli elementi termosifone e dotando l’impianto di una centralina termica che regoli la caldaia secondo le temperature raggiunte nell’appartamento.

3. E a proposito di temperature ormai tutti gli specialisti sono d’accordo nell’affermare che la temperatura ideale, in casa, non deve superare i 20°, e che, se possibile, non deve scendere sotto ai 18°. E anche questo incide sui consumi e sui costi in bolletta: con i moderni termostati è possibile regolare le temperature casalinghe anche da remoto, utilizzando le app su smartphone;

4. Per chi non abita in condominio, ma in una villetta autonoma si può agire con maggior attenzione sulle dispersioni di calore: si possono anche isolare le pareti di casa che danno sull’esterno, per garantire la massima efficacia possibile

5. E infine, ed è un punto decisivo, occorre una manutenzione periodica degli impianti di riscaldamento, che, se non funzionano a dovere, consumano inutilmente molto gas.


Altre Notizie