Sigaretta elettronica meno dannosa a causa degli aromi?

9

La sigaretta eletronica viene considerata da molti come un’alternativa pressoché priva di effetti dannosi rispetto alla tradizionale sigaretta. Secondo un nuovo studio, questa percezione è dovuta almeno in parte ai sapori aromatizzati delle sigarette elettroniche, che portano le persone a ritenere lo ‘svapo’ una pratica sicura, favorendone peraltro un maggiore utilizzo. Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Università della Nord Carolina, che nell’ultimo lavoro pubblicato sul British Medical Journal hanno rivisto 51 studi svolti in passato concentrandosi sugli aromi delle sigarette elettroniche e su come questi ultimi possano modificare la percezione di chi usa i dispositivi.

Sigaretta elettronica: i danni ‘nascosti’ dagli aromi. Oltre al classico sapore mentolato, gli aromi delle sigarette elettroniche possono essere estremamente vari e adatti a ogni gusto. Stando alle conclusioni tratte dal team statunitense, sarebbero proprio questi ultimi sapori non mentolati ad attirare sempre più persone, giovani e adulte, verso l’e-cig. I ricercatori hanno analizzato i risultati di 51 studi sull’argomento condotti fino a marzo 2018, notando alcuni particolari trend emersi in diversi lavori: per esempio, cinque studi indicano che gli aromi fruttati o al sapore di caramella diminuiscono la percezione che la sigaretta elettronica possa causare danni alla salute, mentre secondo altre sei ricerche i diversi sapori sarebbero tra gli elementi che spingono i ragazzi o i giovani adulti a iniziare a utilizzare l’e-cig.

Focalizzandosi unicamente sugli adulti, invece, sette degli studi analizzati suggeriscono che gli aromi da ‘svapare’ aumentano l’appeal del dispositivo, mentre secondo cinque studi le cartucce aromatizzate sarebbero la ragione principale per cui gli adulti si avvicinano alle sigarette elettroniche.

Gli aromi dell’e-cig. Secondo Adam Goldstein dell’Università della Nord Carolina, coordinatore della revisione, esistono diverse prove che “mostrano come gli aromi spingano giovani e adulti a utilizzare l’e-cig”, motivo per cui “crediamo che proibire i sapori non mentolati possa aiutare a ridurre questa epidemia dell’uso di sigarette elettroniche da parte dei ragazzi”.

Negli Stati Uniti, gli studi condotti negli ultimi cinque anni indicano un aumento costante nell’utilizzo della sigaretta elettronica tra i più giovani, un fenomeno che sembra quindi legato agli oltre 7000 aromi disponibili, la maggior parte dei quali contiene nicotina, sostanza potenzialmente dannosa per lo sviluppo cerebrale specialmente negli adolescenti.