Sparatoria a Trieste, morti due agenti

6

Sparatoria davanti alla questura di Trieste. Morti due poliziotti, mentre il terzo è stato colpito di striscio alla mano da un proiettile. Fermati i due autori. Si tratterebbe di due rapinatori, due fratelli.

L’uomo che ha sparato è stato arrestato, l’altro ha provato a fuggire ma è stato bloccato. I due erano i presunti responsabili di una rapina avvenuta questa mattina. Due agenti sono rimasti feriti e sono in gravi condizioni; un terzo agente è stato colpito di striscio alla mano da un proiettile. L’uomo sarebbe stato in compagnia di suo fratello, che secondo alcune fonti è rimasto ferito. I due sono stati fermati.

La sparatoria è avvenuta nella zona tra la via del Teatro Romano e via Bandena, nel centro del capoluogo giuliano. Il Piccolo riporta che i testimoni hanno parlato di numerosi colpi d’arma da fuoco che hanno seminato il panico tra la gente che era in strada. Sul posto è intervenuta un’ambulanza e la strada è stata chiusa al traffico, protetta da un cordone di sicurezza.

Il titolare di un locale della zona ha riferito di aver sentito spari provenienti dall’interno della Questura. Pochi istanti dopo un giovane sarebbe uscito di corsa dalla Questura con in mano un’arma e avrebbe provato ad aprire un’auto della polizia parcheggiata lì davanti, ma inutilmente perché la vettura era chiusa. Subito dopo sono giunti alcuni agenti che lo hanno bloccato a terra.