Tragedia nel Foggiano, uccide la moglie e figlie e si suicida

Tragedia familiare a Orta Nova, nel Foggiano, dove un assistente capo della polizia penitenziaria di 53 anni ha prima ucciso con la pistola di ordinanza la moglie di 54 anni e le figlie di 12 e 18 anni e poi si è suicidato con un colpo alla testa.

Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 2.30 l’uomo avrebbe chiamato i carabinieri ai quali avrebbe riferito che stava compiendo la strage, ha quindi aperto il fuoco nei confronti della moglie e delle due figlie, tutte morte sul colpo.

Poco dopo ha tentato di togliersi la vita con la stessa arma da fuoco ed è deceduto in un secondo momento agli Ospedali Riuniti di Foggia, dove nel frattempo era stato trasportato a bordo di un’ambulanza del 118.

I militari nel corso della perquisizione non hanno trovato biglietti o messaggi che potessero far presagire il delitto.


Altre Notizie