#ClimateAction, domani il quarto global strike per il Clima

Venerdì 29 novembre si terrà la quarta manifestazione globale per il clima organizzata dal movimento Fridays for Future, durante la quale i partecipanti, giovani e non, chiederanno con forza ai governi la fine dell’era dei combustibili fossili e di intraprendere azioni urgenti volte a fronteggiare la crisi climatica in atto. 

Il WWF YOUng, la rete di giovani attivisti del WWF estesa ormai in tutta Italia, sarà presente come sempre nelle principali piazze d’Italia, e anche nella capitale parteciperà al corteo in partenza alle 9.30 da Piazza della Repubblica per arrivare in Piazza del Popolo. 

I giovani di tutto il mondo scenderanno in piazza proprio il giorno del famoso Black Friday, che in tutto il mondo segna l’inizio dello shopping natalizio sfrenato, per denunciare un modello di consumo ormai insostenibile che crea danni all’ambiente e al clima, depaupera le risorse naturali e provoca inquinamento e rifiuti. 

Inoltre, in vista della COP25 che si svolgerà a Madrid nel mese di dicembre, i ragazzi e le ragazze di Fridays For Future vogliono denunciare la mancanza di azioni tempestive e adeguate dei governi e chiedere ai leader mondiali di attuare pienamente l’Accordo di Parigi, con l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C.

A livello italiano, le richieste rivolte al governo comprendono lo sviluppo di una strategia che preveda l’azzeramento delle emissioni di carbonio ben prima della metà del secolo, un Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima che prepari la riduzione delle emissioni di gas climalteranti del 65% entro il 2030, lo stop definitivo dei sussidi diretti e indiretti ai combustibili fossili e il varo del Piano di adattamento e delle misure di prevenzione adeguate all’aumento esponenziale dei rischi per Italia dimostrato dai recenti eventi estremi che hanno funestato la penisola.


Altre Notizie