Dieta Adamski,”Mai associare alimenti digeribili a velocità diverse”

Il principio fondamentale che sta alla base del metodo Adamski prevede la separazione di due categorie di alimenti in base alla loro velocità di caduta nel tratto digestivo che non ha nulla a che vedere con il gusto né con il pH: distinguiamo quindi alimenti “veloci, acidi” e “lenti, non acidi”.

La cosiddetta dieta Adamski distingue i cibi in base alla digeribilità degli alimenti, valutata sul tempo necessario per attraversare l’intestino. Questo metodo pretende di superare la stima dell’apporto calorico e non segue i principi di un’alimentazione corretta.

In cosa consiste la dieta Adamski?.  “La dieta Adamski non è una dieta o un piano nutrizionale, ma un programma alimentare che mira ad apportare dei benefici alla salute attraverso un ‘buon’ funzionamento dell’intestino e si basa sulla netta separazione nell’assunzione di cibi ‘lenti’ e ‘veloci’ nell’attraversare l’intestino.”

Secondo Adamski, i cibi devono essere suddivisi in categorie: da una parte gli alimenti ‘veloci’ (yogurt, miele, pomodori, peperoni, agrumi e in genere la frutta) e dall’altra i cibi ‘lenti’ (le altre verdure indipendentemente siano cotte o crude, cereali, carne e pesce). Infine, quegli alimenti ‘acceleranti’ o ‘neutri’ che condizionano il tempo di transito dei cibi prima citati: il cioccolato fondente, l’olio e l’aceto, il latte.

Ecco un menu tipo di una settimana

Lunedì: colazione: una tazza di yogurt con miele;
pranzo: risotto in bianco o con zucchine;
cena: una porzione di carne con verdura.

Martedì: colazione: una tazza di latte vaccino;
pranzo: pasta in bianco o al pesto;
cena: una porzione di pesce magro con verdura.

Mercoledì: colazione: una fetta di pane con crema di nocciole e una tazza di tè;
pranzo: legumi con verdure;
cena: una porzione di uova con patate.

Giovedì: colazione: una tazza di yogurt con miele;
pranzo: pasta alla carbonara;
cena: una porzione di formaggio con verdura.

Venerdì: colazione: una fetta di pane con crema di nocciole e una tazza di tè;
pranzo: pasta e ceci;
cena: una porzione di pesce magro con verdura.

Sabato: colazione: una tazza di latte vaccino;
pranzo: risotto in bianco o con zucchine;
cena: pizza bianca con verdure.

Domenica: colazione: una tazza di yogurt con miele;
pranzo: spezzatino con verdure;
cena: insalata, formaggio e noci.

La Adamski dieta non è indicata per tutte le persone che soffrono di intolleranza a latte e latticini, salvo la loro totale esclusione.


Altre Notizie