Gorgonzola italiano ritirato per presenza di Listeria monocytogenes

5

Le autorità tedesche hanno ritirato dal mercato alcuni lotti di gorgonzola prodotti in Italia a causa della presenza di Listeria monocytogenes. Nello specifico si tratta del prodotto “SAN FABIO GORGONZOLA DOLCE DOP 200g”, EAN 23685390 e “SAN FABIO GORGONZOLA PICCANTE DOP 200g”, EAN 22138569, ciascuno con una data di scadenza 26.11.2019, prodotto dall’azienda IGOR srl, in via SS 32 del Sempione, IT – 28062 Cameri in provincia di Novara.

Questa misura precauzionale non influisce sui prodotti con altre date di scadenza. l motivo del richiamo precauzionale della data di scadenza interessata è la possibile rilevazione di Listeria monocytogenes nel prodotto con una durata di conservazione del 26.11.2019. A causa di possibili rischi per la salute, la società IGOR srl sconsiglia il consumo del prodotto. La società IGOR srl ha reagito prontamente e ha ritirato le merci dal mercato a titolo precauzionale. Il prodotto è stato venduto in Germania tramite i negozi PENNY, ad eccezione dei mercati degli stati federali di Sassonia, Sassonia-Anhalt, Turingia e Saarland.

L’avviso di richiamo è stato ratificato dal Sistema rapido di allerta europeo (RASFF), precisa che il ritiro è avvenuto a scopo precauzionale dopo i test effettuati: dalle analisi è emerso che i prodotti erano risultati contaminati per 160cfu (unità formante colonia) per grammo, ben oltre i limiti consentiti dalla legge. La listeria è una famiglia di batteri composta da dieci specie, tra cui la monocytogenes, causa della listeriosi, malattia che colpisce gli animali e l’uomo per i quali il consumo di cibo o mangime contaminato è la principale via di trasmissione. Le infezioni possono verificarsi anche attraverso il contatto con animali o persone infetti. Anche se cotture superiori a 65° centigradi lo uccidono, il batterio può essere presente in diversi alimenti pronti. Inoltre, a differenza di molti altri batteri di origine alimentare, è in grado di tollerare gli ambienti salati e le basse temperature (tra +2 °C e 4 °C).

Attualmente le informazioni sulla distribuzione in Italia non sono ancora disponibili.Pertanto Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda massima allerta e di rispettare le basilari norme igieniche anche se si può ridurre al minimo il pericolo di contrarre la listeriosi con gli accorgimenti opportuni. Le categorie a rischio dovrebbero evitare di consumare il prodotto richiamato. Per tutti gli altri la regola principale è avere cura nella conservazione degli alimenti,soprattutto nel frigorifero. Inoltre la Listeria sopravvive alle temperature basse del frigorifero, ma muore con il calore della cottura. Per richieste stampa: IGOR srl, SS 32 del Sempione, IT – 28062 Cameri (NO) Signora Emy Scrocco, Tel: 0039 0321 200 256 257.