Code di mazzancolle tropicali ritirate dal mercato per rischio chimico

Code di mazzancolle tropicali ritirate dagli scaffali per rischio chimico.

Il ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di code di mazzancole tropicali 36/40 del brand Luna Nera per la presenza di solfiti oltre i limiti di legge. Il prodotto interessato è l’unità di vendità di 5 libbre/2,27 kg; netto 4,75 libbre pari a 2,16 kg. con il numero di lotto 1909413-0 con scadenza fine aprile 2021.

Il richiamo interessa vari punti vendita della rete delle catene di supermercati e non. A produrli è la Proexpo, Processadora y Esportadora de Mariscos S.A in Ecuador, Km 23.5 Via a La Costa Guayaquil Ecuador. I solfiti sono additivi che hanno una duplice funzione: sono conservanti perchè rallentano la moltiplicazione di talune specie di microrganismi e sono anche antiossidanti; la normativa vigente ne ammette l’utilizzo in determinati alimenti e a determinate dosi massime.

Nei crostacei i solfiti vengono aggiunti per rallentare il processo di annerimento che ne abbassa inevitabilmente il valore commerciale. A scopo precauzionale, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda alle persone allergiche ai solfiti di non consumare il prodotto con il numero di lotto segnalato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto, dove sarà rimborsato.

Infatti è stato stimato che circa l’ 1% della popolazione è sensibile ai solfiti e la sensibilità porta a sintomi abbastanza gravi come difficoltà respiratoria, fiato corto, asma, tosse. Inoltre, si possono manifestare altre sindromi più o meno gravi, ad esempio: orticaria, nausea, dolore al petto, rossore al volto, tipico di quando si beve un bicchiere di vino contenente una quantità eccessiva di solfiti.


Altre Notizie