Narwhal, il “cane unicorno” minacciato di morte: Nessuna adozione, resterà al centro che lo ha salvato

11

Narwhal, il cucciolo trovato a novembre nel Sud-Est del Missouri, che ha una seconda coda sulla fronte, resterà al centro che lo ha salvato, il Mac’S Mission, dopo le minacce ricevute in Rete. Per lui erano arrivate oltre 300 richieste di adozione.

Narwhal, il cane unicorno, diventato in breve tempo popolarissimo in Rete, rimarrà nel centro specializzato Mac’S Mission che lo ha salvato. Nonostante le oltre 300 richieste ricevute, non sarà dato in adozione perché – come ha raccontato Rochelle Steffen, fondatrice del centro dedicato agli animali con “disabilità”, al quotidiano The Southeast Missourian – Narwhal “ha ricevuto minacce di morte”.

Molte minacce su web. Come ricorda Associated Press, il cucciolo di beagle, diventato famoso sui social media come “The Little Magical Furry Unicorn” (Il piccolo magico unicorno peloso), era stato trovato a novembre nel sud-est del Missouri attirando non solo molti apprezzamenti e disponibilità all’accoglienza, ma anche attenzione malevola, comprese alcune minacce di morte. Questi due fattori hanno convinto Steffen a tornare indietro rispetto alla decisione di trovare una nuova casa per Narwhal. In molti si sono presentati nella sede del centro d’accoglienza a Jackson incuriositi dal cane, costringendo la struttura a prendere misure di sicurezza tra cui la possibilità di ricevere solo su appuntamento.

Sarà il testimone della campagna “Diverso è fantastico”. L’altra preoccupazione è che il cucciolo possa finire nelle mani di qualcuno che voglia solo sfruttarne l’immagine per il proprio tornaconto: “Se qualcuno guadagna denaro grazie a Narwhal, mi piacerebbe vedere questo denaro speso per salvare migliaia di altri cani”, ha detto Steffen chiarendo anche l’altro obiettivo della mancata adozione del cucciolo. “Abbiamo ricevuto offerte gigantesche per acquistarlo”, racconta Steffen, “ma Narwhal non è in vendita”. ”

Non è solo una mia decisione, tutti nell’associazione non accettano l’idea di vederlo andar via. Ci siamo innamorati di lui”, ha aggiunto. Narwhal diventerà ora il portavoce di una campagna chiamata “Diverso è fantastico”, e il progetto a lungo termine è quello di addestrarlo come cane da terapia. Per ora però, dice Steffen, lasciamolo crescere e socializzare tranquillamente.