500 mln di animali uccisi dagli incendi in Australia: un Koala su tre è scomparso

Il conteggio è fermo a 480 milioni di animali morti per gli incendi nello stato del Nuovo Galles del Sud in Australia. Si tratta di una stima per difetto, perchè il calcolo parte da settembre e soprattutto perchè include mammiferi, uccelli e rettili ma non comprende insetti, pipistrelli o rane. Sono i numeri di una ricerca condotta dal professor Chris Dickman dell’Università di Sydney, che spiega che molti del mezzo miliardo stimato di animali morti sarebbero stati uccisi direttamente dagli incendi o indirettamente dalla perdita di habitat.

La stagione degli incendi boschivi è iniziata quest’anno all’inizio di settembre. Finora, oltre 3,6 milioni di ettari di territorio, un’area più grande del Belgio, sono già andati bruciati, mentre oltre 1.800 case sono state distrutte o danneggiate.

 Un Koala su tre è scomparso

I più colpiti sembrano essere i koala, già in “naturale” declino: fino al 30% della popolazione sulla costa centro-settentrionale del New South wales potrebbe essere stata uccisa. Tuttavia, la cifra di 480 milioni in realtà fornisce solo un’indicazione rudimentale della vera portata della distruzione ecologica, ha detto Dickman a Bloomberg, che ha sottolineato che si tratta di una stima conservativa. Gli incendi hanno distrutto più di 5 milioni di ettari, un’area che equivale alla superficie di Piemonte e Lombardia.


Altre Notizie