Australia, sub ucciso e divorato da un grande squalo bianco

Pochi attimi, terribili. Lo squalo lo ha prima circondato e poi attaccato mentre la vittima si trovava vicino la barca e si stava immergendo. Il sub è riuscito a spostarsi, poi ha dovuto cedere al pescecane che lo ha trascinato a fondo e fatto a brandelli.

Il sub è morto così, davanti agli occhi di una donna che si trovava sulla barca d’appoggio: ha avuto appena il tempo di riemergere durante la lotta con la bestia gigantesca e togliersi il boccaglio per chiedere disperatamente aiuto. Una lotta disperata poi è scomparso, trascinato sul fondo dall’enorme pesce che ha fatto perdere le sue tracce. La ricerca dell’uomo da parte della polizia che sta pattugliando la zona con l’ausilio di sommozzatori è ancora in corso. La cronaca di questa allucinante vicenda inizia poco prima delle verso le 13.30 di oggi pomeriggio, 5 gennaio, al largo dell’isola di Cull, vicino alla città sulla costa meridionale di Esperance, a 713 km a sud-est di Perth.

Tuttavia quello che ha ucciso il sub potrebbe anche non essere l’ unico squalo presente nella zona di mare. Un avviso dello SharkSmart dall’account Twitter di Surf Life Saving WA, infatti, ha avvertito in un rapporto pubblico di uno squalo bianco a Cull Island alle 9.39 di oggi. Alle 13.16, un altro allarme ha riferito che la guardia costiera australiana dell’Esperance, sempre nella stessa zona, “stava indagando su un possibile incidente di un morso di squalo” mentre erano state segnalate in più occasioni le terribili pinne nere. La polizia consiglia alle persone di prestare maggiore attenzione nella zona.


Altre Notizie