Emergenza incendi in Australia, si aggrava il bilancio: 24 morti, 100mila sfollati

Centinaia di proprietà sono state distrutte e un uomo è morto nel tentativo di salvare la casa di un amico, mentre il Paese ha vissuto uno dei giorni peggiori da quando sono iniziati i roghi a settembre.

Non si placa l’emergenza incendi in Australia: roghi boschivi di dimensioni senza precedenti hanno devastato intere regioni del Paese portando il bilancio a 24 vittime e danni considerati ingenti dalle autorità. La situazione è senza precedenti: “Interi villaggi rischiano di essere completamente annientati”. Nel sud-est del continente è stato dichiarato lo stato di emergenza e circa 100 mila persone sono state evacuate. Le implacabili condizioni meteorologiche fanno temere una vera catastrofe.

Nel sud-est del Paese il cielo è ormai nero e piovono le ceneri del rogo.“Siamo in un territorio sconosciuto”, ha ammesso Gladys Berejiklian, Premier del Nuovo Galles del Sud, uno degli Stati maggiormente colpiti. “Diversi villaggi rischiano di essere completamente annientati”, ha aggiunto.

Intanto Sydney, la più grande città dell’Australia, rischia di rimanere al buio, con i roghi che stanno mettendo a dura prova le forniture di energia elettrica nello Stato più popoloso del continente


Altre Notizie