Ikea, risarcimento di 46 milioni per bimbo ucciso da cassettiera

9

Ikea ha accettato di pagare 46 milioni di dollari ai genitori di Jozef Dudek, il bambino di 2 anni ucciso da una cassettiera Malm caduta su di lui nel maggio del 2017. L’accordo è stato annunciato dall’avvocato dei genitori del piccolo, Joleen e Craig Dudek, ed è stato confermato da un portavoce di Ikea.

“Sebbene nessun accordo possa alterare i tragici eventi che ci hanno portato qui, per il bene della famiglia e di tutti i soggetti coinvolti, siamo grati che questo contenzioso abbia raggiunto una risoluzione”, si legge in un comunicato del colosso svedese. “Rimaniamo impegnati a lavorare in modo proattivo e collaborativo per affrontare questo importantissimo problema di sicurezza domestica”, ha aggiunto.

Gli avvocati dei Dudeks ritengono che sia il più grande risarcimento derivante dalla morte ingiusta di un bambino mai pagato nella storia degli Stati Uniti. La somma di 46 milioni di dollari è quasi tre volte quella pagata nel 2016 per risolvere cause simili intentate dai genitori di altri tre bambini morti sotto il peso delle cassettiere.