Muore di malaria insegnante di 44 anni

6

Una donna di 44 anni uccisa dalla malaria, dopo aver fatto una vacanza in Nigeria. La vittima si chiamava L.G., era un’insegnante ma anche – e da più di 15 anni – una giornalista. E’ morta la scorsa notte all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, dove era ricoverata.

La donna si era presentata in un primo momento al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio il 15 gennaio, quando aveva aspettato nove ore prima di essere visitata, per poi firmare le proprie dimissioni. “La paziente – ha detto Antonello Seminerio, direttore sanitario dell’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio – è arrivata una prima volta al pronto soccorso il 15 gennaio, alle ore 11,40 circa. Dopo circa 4 ore è stata visitata e presa in carico con un codice verde. Aveva febbre alta, sono stati eseguiti degli esami di routine. Però poi la paziente ha firmato le proprie dimissioni ed è andata via – ha spiegato il direttore -.

E’ ritornata dopo 5 giorni ma era già in coma, in condizioni critiche ed è stata quasi subito ricoverata in Rianimazione. Ci siamo confrontati anche con centri specialistici a Palermo soprattutto e a Roma per seguire i protocolli terapeutici previsti in questi casi”. Non c’è ancora nessuna inchiesta interna. “Ci riserviamo tutte le azioni opportune – ha spiegato Seminerio – in base a quello che emergerà dalla documentazione”.