Sars, polmonite misteriosa fa il primo morto in Cina

Un uomo di 61 anni è il primo morto in Cina per una polmonite causata da un virus non ancora identificato nella città di Wuhan, nel centro del Paese, mentre altre sette risultano in condizioni critiche. Lo hanno riferito le autorità sanitarie di Wuhan sul loro sito Internet. In tutto sono 41 le persone alle quali è stata diagnosticata la patologia e che risultano ricoverate. La causa, riferiscono i sanitari locali, è un nuovo tipo di coronavirus.

L’infezione è stata attribuita a un nuovo tipo di virus della stessa famiglia della Sars, che tra il 2002 e il 2003 uccise oltre 700 persone tra Cina e Hong Kong. La Commissione sanitaria di Wuhan ha spiegato che 41 persone sono state diagnosticate con i sintomi della polmonite virale: oltre alla prima vittima, 7 restano in condizioni gravi e due sono state dimesse.

La prima vittima dell’epidemia iniziata a dicembre era un cliente abituale del mercato del pesce e gli erano stati precedentemente diagnosticati tumori addominali e malattie epatiche croniche, come ha detto l’autorità sanitaria.

Nonostante l’annuncio della scoperta del virus, esperti avvertono che bisogna ancora scoprire alcuni dettagli importanti. In primo luogo quale animale è la fonte dell’agente patogeno, ma anche il suo periodo di incubazione e la via di trasmissione. Sebbene sia possibile identificare un virus in un breve periodo di tempo, potrebbero essere necessari anni prima di poter produrre un vaccino.


Altre Notizie