Antartide, allarme di Greenpeace: pinguini a rischio estinzione

12

“La diminuzione dei pinguini in Antartide ha raggiunto livelli drammatici”: l’allarme – l’ennesimo – arriva dalle associazioni ambientaliste come Greenpeace e dai ricercatori della Stony Brook University. I cambiamenti climatici e la presenza dell’uomo minacciano la stessa esistenza dell’animale simbolo di questa regione del mondo. Ad oggi, nel continente si contano circa una quarantina di colonie di questa specie, per un totale di 270 mila / 350 mila esemplari – spiega il WWF. Ma il rischio estinzione è alto: il previsto aumento di altri 2 gradi porterebbe ad una ulteriore diminuzione di oltre il 50% delle colonie esistenti, stima l’associazione.

“Il riscaldamento globale sta portando a conseguenze drammatiche soprattutto in quest’area del mondo – spiegano gli esperti della Stony Brook University – e si stima un aumento di 5 gradi di temperatura da qui al 2050, porterebbe all’estinzione di questa specie per mancanza di cibo e di un habitat idoneo”. “Ci sono evidenze scientifiche chiare – sottolineano da Greenpeace – che bisogna fare qualcosa per preservare l’ambiente degli oceani, e soprattutto l’area antartica che è particolare, dall’innalzamento delle temperature”