Arnica: il rimedio naturale per alleviare dolori reumatici

16

L’Arnica è uno di quei rimedi che dovrebbe essere tenuto fra i farmaci di pronto soccorso. Ha così tante proprietà che i suoi benefici sono infiniti.

Si tratta di un prodotto che può essere usato per molteplici scopi o necessità: non a caso, nei tempi antichi era considerata una pianta magica, legata al Sole. Secondo leggende nordiche era in grado di scacciare demoni e mostri.

Le proprietà di questa versatile pianta sono note fin dai tempi di Ildegarda di Bingen. La religiosa, esperta di piante medicinali, consigliava di tenerla vicino quando si va a dormire. La sola presenza, infatti, sarebbe in grado di donare alla persona un sonno tranquillo e senza incubi.

Eppure le prime descrizioni delle proprietà medicamentose dell’Arnica nei ricettari e nei testi di medicina risalgono solo al XV secolo. Ciò probabilmente era dovuto al fatto che la pianta cresce in alta montagna e non è facile da trovare. Ma anche al fatto che la pianta e le radici hanno proprietà starnutatorie.

Fino a qualche decennio fa era nota come Panacea lapsorum, ovvero “toccasana dei caduti”, dato che uno degli usi più diffusi che ne veniva fatto era ed è tuttora legato a incidenti ed eventi traumatici. In questi casi un uso tempestivo di un unguento, un oleolito o una crema all’arnica spalmata sulla zona lesa, permette di prevenire e curare in fretta contusioni e lussazioni.

La pianta ha infatti proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antisettiche. Queste permettono di ridurre il dolore, dovuto al trauma, in poco tempo. Allo stesso tempo permette il riassorbimento di lividi, ematomi ed edemi.

Per alleviare dolori reumatici

Gli studi dimostrano che l’Arnica può essere utile per alleviare anche dolori articolari e muscolari, provocati da artrosi: sarebbe perfino in grado di ridurre i sintomi invalidanti che le forme più gravi possono creare.

In uno di questi è stata somministrata Arnica per uso topico a 204 persone affette da atrosi alle mani, sia in forma moderata che grave, con deformità visibili. Il gruppo che ha massaggiato per almeno 3 volte al giorno un gel a base di Arnica ha visto una sensibile diminuzione del dolore e un parziale recupero funzionale dell’arto, permettendo in questo modo una migliore capacità prensile di maneggiare gli oggetti e in una maggiore mobilità delle dita.