Asili per i cani, è boom

7

I nostri amici a 4 zampe, ormai parte della famiglia, sono più di una semplice compagnia e ci preoccupiamo di farli stare bene in tutti i modi, dalla salute all’alimentazione, trattandoli quasi come dei figli (e infatti la pet economy ha assunto molte similitudini di business della baby care). Tra le tante attenzioni ed esigenze anche quella di sistemarli quando non possono essere portati con noi: i dog sitter sono molto richiesti e così le strutture dove lasciare il proprio cane quando non si è presenti.

Il “padrone” moderno infatti non si preoccupa solo di trovare la struttura più adeguata quando si deve assentare per lunghi periodi, come le vacanze estive o invernali, ma vuole coccolare il proprio cane sapendolo in ottime mani e in buona compagnia dei suoi amici a quattro zampe anche quando si trova al lavoro o è impegnato per diverse ore nel corso della giornata.

Per soddisfare le necessità dei padroni più esigenti sono quindi nati a fine degli anni ‘90 i primi asili per cani, i quali offrono un’esperienza completa per i pet, fornendo servizi su misura che spaziano dagli allenamenti alla toelettatura, dal centro benessere alla ludoteca, senza dimenticare l’importanza dell’interazione tra cagnolini.

Alcuni tra i più famosi ed apprezzati asili o hotel diurni in America sono Camp Bow Bow e Dogtopia, mentre in Europa Top Doggy (Londra) e DOA (Amsterdam).

E in Italia? Anche qui è diventato popolare lasciare il proprio cucciolo in una struttura specializzata nel dog day care. A Milano (e presto anche in altre città) Harmonia è un asilo dove i cani sono coccolati con varie attività sia individuali che di gruppo e sono seguiti da personale specializzato. Tra i servizi, quello della buonanotte via video whatsapp: la sera lo staff invia dei contenuti digitali (foto e video) direttamente nella chat Whatsapp dei padroni, dove vengono mostrati i momenti salienti della giornata dell’amico a 4 zampe.