Coronavirus, Burioni: “Farmaco russo miracoloso? non serve a niente: basta bojate, almeno ora»

48

“Quando mi chiedete del farmaco miracoloso, del test super efficiente, della teoria geniale per risolvere il problema la risposta è sempre la stessa: bojate”. Roberto Burioni su Twitter si esprime così per smontare le ultime bufale che circolano su social e web in generale.

Il riferimento, in particolare, è ad un farmaco russo, che si chiama Arbidol e che sarebbe in grado di curare il coronavirus, salito alla ribalta grazie anche ad alcuni video che ritraggono cittadini italiani in una farmacia russa. In un altro cinguettio, il virologo risponde ad un utente che chiede di fare ”chiarezza” sulla presunta efficacia della medicina contro il coronavirus: “Non serve a niente. Basta con le bufale, almeno ora”, replica Burioni.

L’Arbidol è un farmaco che in passato era stato testato sulla SARS (che è un’altra forma di coronavirus, che ha ben poco in comune con la malattia COVID-19) e sul quale l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta facendo alcuni approfondimenti per capire l’eventuale impiego anche nel corso del contagio da coronavirus.