Coronavirus: manuale per lasciare il virus fuori casa

3

Ora che quasi tutti gli italiani sono costretti a rimanere in casa, potendo uscire solo per motivi di necessità, si deve pensare anche alla prevenzione dell’epidemia da coronavirus fra le quattro mura domestiche “assolutamente necessaria per proteggere noi e i nostri cari” e da fare “evitando molti sprechi inutili”. E’ quanto suggerisce Greenpeace Sud Est Asia, ufficio che racchiude Cina e Filippine che hanno per primi affrontato il Covid-19.

Nel “Manuale verde per la prevenzione dell’epidemia”, l’associazione ambientalista indica alcuni passaggi da seguire quando si entra in casa per lasciare fuori il virus. Togliersi le scarpe, spruzzare alcool sulle suole e riportale dentro dopo un po’. Dividere la casa in “zone cuscinetto” e “aree di vita”: nelle prime, cioè l’area di ingresso, togliere e lasciare tutti gli oggetti che potrebbero essere infettati come scarpe e vestiti (da mettere in un cesto), mascherine e guanti in lattice (da buttare in un cesto coperto della spazzatura), per evitare che il virus entri nella zona “giorno” cioè gli spazi di vita come sala da pranzo e camera da letto. Non stare a piedi nudi nella zona cuscinetto per non contaminarsi. Quindi usare pantofole per la zona giorno.

Sterilizzare la borsa con alcool o disinfettante o con un panno morbido bagnato con una soluzione di acqua e sapone per i piatti per pulire l’esterno. Disinfettare gli accessori, dove i germi possono vivere da un numero di ore a diversi giorni, a seconda del tipo di superficie, della temperatura e dell’umidità. Per l’elettronica, i dispositivi devono essere spenti prima di pulirli usando un panno in microfibra con una piccola quantità di soluzione di sapone per piatti diluito e acqua calda o alcool. Un’altra opzione popolare tra i tecnici è l’uso di dispositivi per la sanificazione con luce Uv.

Lavarsi le mani per 20-30 secondi ma non è necessario mantenere il rubinetto sempre aperto. Se si esce spesso, si deve disinfettare il pavimento e gli oggetti nella zona cuscinetto ogni giorno altrimenti è possibile farlo ogni 3-4 giorni.

Per quanto riguarda gli animali domestici si suggerisce di pulire le mani prima e dopo aver curato o toccato il proprio amico a 4 zampe. Per ripulire gli escrementi, disinfettare il terreno e le mani. E per rientrare in casa si possono usare prodotti da bagno comuni per pulirli accuratamente e “decontaminarli” per evitare di portare a casa il virus.