Coronavirus, quasi 5500 morti in Italia

2
Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nella sede operativa della Protezione Civile durante la conferenza stampa, Roma, 28 Febbraio 2020. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Sono 5476 i morti in Italia nella crisi coronavirus. Rispetto a ieri, sono stati registrati altri 651 decessi. Sono i dati diffusi da Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione civile. Le persone guarite sono 7024 (952 in più), il totale dei casi attualmente positivi è 46638, con un incremento di 3957. In isolamento domiciliare 23.783 persone, 19846 sono ricoverate e 3009 (6%) sono in terapia intensiva.

I dati dell’emergenza in Italia. “I numeri di oggi sono in controtendenza rispetto a ieri, ci auguriamo tutti che questi numeri possano essere confermati nei prossimi giorni. Non bisogna abbassare la guardia”, le parole di Borrelli relative all’emergenza. “Abbiamo registrato 12 colleghi positivi al coronavirus nel nostro dipartimento, abbiamo sanificato gli ambienti e abbiamo adottato le misure necessarie per il personale. I colleghi continuano a lavorare dalle loro abitazioni perché non hanno particolari criticità. Questa struttura continuerà a garantire tutto il supporto e il coordinamento necessario alla gestione dell’emergenza. E’ il nostro lavoro e ne andiamo fieri”

Sono 3.009 i malati in terapia intensiva

Sono 3.009 i malati ricoverati in terapia intensiva, 142 in più ispetto a ieri. Di questi, 1.142 sono in Lombardia. Dei 46.638 malati complessivi, 19.846 sono poi ricoverati con sintomi e 23.783 sono quelli in isolamento domiciliare. Il dato e’ stato reso noto dal capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli.