Covid-19: i casi in Italia alle ore 18 del 17 marzo: 26.062 i malati, 2503 decessi, 345 più di ieri

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale i casi totali sono 31506, al momento sono 26062 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 2941.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 12894, in terapia intensiva 2060, mentre 11108 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 2503, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. Mappa della situazione in Italia.

La Lombardia è allo stremo e Bergamo è al collasso, non ci sono più posti in terapia intensiva. 

Sono tutti occupati gli 80 letti di terapia intensiva riservati ai pazienti ricoverati in gravi condizioni per il Coronavirus all’ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo, la zona più colpita dall’epidemia. La drammatica situazione, confermata da fonti ospedaliere, è stata registrata in queste ore. Per i malati che avranno bisogno di ventilazione ed ossigeno si farà ricorso alla rete delle terapie intensive italiane. Morto a Bergamo il primo medico di famiglia contagiato da Covid-19. Mario Giovita, 65 anni, era stato ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII nei giorni scorsi. Le sue condizioni di salute, stando a quanto si è appreso, sono peggiorate rapidamente e il decesso è avvenuto per le complicanze del Coronavirus. A Bergamo i medici di famiglia contagiati sono 100, dicono dalla federazione medici di medicina generale (Fimmg, di cui alcuni in gravi condizioni.


Altre Notizie