Due rare giraffe bianche uccise dai bracconieri in Kenya

32

In Kenya sono state uccise due rare giraffe bianche. Gli animali sono stati rinvenuti in stato di decomposizione in un villaggio nella contea di Garissa dai ranger della riserva naturale Ishaqbini Hirola Conservancy, dopo che non si aveva loro notizia da diverso tempo. Diventate delle vere e proprie attrazioni del parco, è probabile che siano state uccise circa quattro mesi fa da dei bracconieri. Dopo la morte delle due giraffe è rimasto un solo esemplare bianco conosciuto al mondo e si tratta di un maschio.

Mohammed Ahmednoor, direttore della riserva, in un comunicato stampa ha dichiarato: “Questo è un giorno molto triste per la comunità di Ijara e del Kenya tutto. Siamo l’unica comunità al mondo che è custode delle giraffe bianche”. I due animali erano diventati famosi in tutto il mondo nel 2017, rivelandosi una vera e propria attrazione per il parco e per la regione a causa della loro grande rarità.

La loro uccisione, si legge nel comunicato, rappresenta “un duro colpo inferto alla comunità che ha fatto molti sforzi per conservare queste specie rare e uniche”. Secondo le stime dell’African Wildlife Foundation, il numero delle giraffe, negli ultimi 30 anni, ha fatto registrare una diminuzione del 40% a causa del bracconaggio e del traffico di animali selvatici.

Le due giraffe trovate morte sono particolarmente rare perché entrambe esemplari con leucismo, una condizione genetica che inibisce la pigmentazione. Il risultato è una colorazione bianca, pallida o irregolare che, a differenza dell’albinismo, può contare su un pigmento scuro nei tessuti molli. Ragione per la quale, queste giraffe avevano gli occhi scuri.