Occhiali green, prodotti con nylon rigenerato da rifiuti in plastica

Nylon rigenerato, ottenuto attraverso un processo di rigenerazione e purificazione dei rifiuti di plastica, come reti da pesca, scarti di tessuto sintetico e plastica industriale, per produrre occhiali. Ad utilizzare questo speciale materiale green, chiamato Econyl, è Safilo grazie alla partnership con Aquafil, player globale con oltre cinquant’anni di esperienza nella creazione di fibre sintetiche.

Ottenuto attraverso un processo di depolimerizzazione e ripolimerizzazione, ha le stesse caratteristiche del nylon da fonte vergine o da petrolio, senza nessuna differenza di qualità o prestazioni, e può essere riciclato, ricreato e rimodellato più volte, senza perdere le sue proprietà. Il materiale non è mai stato utilizzato prima nella produzione industriale di occhiali.

“Questo investimento nell’utilizzo di materiali riciclati evidenzia i nostri continui sforzi per promuovere un business responsabile – dichiara Angelo Trocchia, amministratore delegato di Safilo Group – questo materiale sostenibile ci consentirà di creare prodotti senza utilizzare nuove risorse. La nostra intenzione è quella di espandere il più possibile l’uso di Econyl al fine di dare il nostro contributo per ridurre l’impatto ambientale”.

Per Giulio Bonazzi, amministratore delegato di Aquafil, questo “è un settore completamente nuovo in cui impiegare l’Econyl, ed è questo spirito pionieristico che ci unisce maggiormente a un’azienda come Safilo, che, come la nostra, ha una forte componente di innovazione nel dna”.

La nuova collezione di occhiali Tommy Jeans, lanciata di recente da Tommy Hilfiger, è la prima che presenta modelli in nylon rigenerato Econyl. Safilo introdurrà progressivamente questo materiale anche nelle collezioni degli altri marchi del suo portafoglio.


Altre Notizie