Clima, rinviata la COP26 di Glasgow. Greenpeace: «Ora governi raddoppino gli sforzi per contrastare crisi sanitaria ed emergenza climatica»

2

«L’obiettivo dei governi deve essere ora come ora quello di prendersi cura dei propri cittadini, di stabilizzare la situazione e ricostruire, e tutto questo deve essere fatto in modo da creare un mondo più giusto e attento alla tutela del clima, perché la salute ambientale e il nostro benessere dipendono l’una dall’altro», dichiara Jennifer Morgan, Direttrice esecutiva di Greenpeace International, commentando il rinvio della COP26 , inizialmente prevista per il prossimo novembre a Glasgow, in Scozia.

«La sospensione della COP26 dovrebbe far sì che i governi raddoppino gli sforzi per intraprendere una via più verde e più giusta nella gestione di questa crisi sanitaria e dell’emergenza climatica. Tornare al “business as usual” sarebbe del tutto inaccettabile.

Questa pandemia dimostra che ci sono enormi lezioni da imparare sull’importanza di ascoltare la scienza e sulla necessità di un’azione collettiva globale urgente», conclude Morgan.