Allarme in Sardegna invasa da milioni cavallette

701

Le cavallette invadona la Sardegna, devastando ettari e ettari di terreno nella provincia di Nuoro dove una marea di insaziabili insetti assedia le case e fa strage di pascoli e raccolti divorando foraggio, grano, erba medica e quanto trovano durante la loro avanzata. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti su una vera e propria ‘catastrofe biologica’ che sta colpendo in particolare la Valle del Tirso nei comuni di Ottana, Sarule, Orani, Escalaplano, Orotelli e Bolotana che stanno deliberando lo stato d’emergenza.

Secondo la Banca Mondiale, l’invasione di locuste del 2020 è la più massiccia degli ultimi 70 anni: ha già toccato 23 paesi tra Africa orientale, Medio Oriente e Asia mettendo a rischio in molti Paesi al sicurezza alimentare già aggravata dall’emergenza causata dal coronavirus. A favorire l’invasione nelle diverse parti del globo sono stati i cambiamenti climatici con caldo torrido che favorisce il moltiplicarsi degli insetti.

L’unica speranza, spiega la Coldiretti, è nei predatori naturali come gli uccelli che potrebbero aiutare a contenere le popolazioni di locuste che dalle terre incolte, abbandonate a causa della crisi delle campagne, partono all’assalto dei raccolti devastando tutto quello che trovano sul loro cammino.