Benetton come Fca: pronti a chiedere un prestito da 1 miliardo di euro

407
20180416_Verona Luciano Benetton con Oliviero Toscani - 20180416_Verona Luciano Benetton con Oliviero Toscani - fotografo: Sartori

Anche i Benetton come Fca? Le controllate della famiglia Benetton, azionista di Atlantia, sarebbero, secondo diverse fonti, pronte a chiedere, come ha fatto Fca, un prestito Sace, con le garanzie dello Stato, che potrebbe arrivare fino ad un miliardo di euro.

La famiglia veneta, azionista di Atlantia, secondo i rumors, starebbe pensando di chiedere un prestito garantito dallo Stato, sulla scia di Fca. Tutte le società della galassia del gruppo di Ponzano Veneto, da Autogrill ad Adr, scrive il Sole 24 Ore, starebbero sondando la possibilità di chiedere un prestito garantito dalla Sace, fino a un miliardo di euro.

Chissà se sul negoziato peseranno i non proprio idilliaci rapporti con il governo successivi alle vicende Alitalia e soprattutto Morandi. Intanto, nei giorni scorsi,  Atlantia ha ufficializzato la sua proposta al governo per chiudere la partita delle concessioni che si è aperta proprio con il crollo del Morandi.

La holding ha reso noto a mercati chiusi di aver predisposto “un accantonamento” nel suo bilancio “di 1,5 miliardi di euro per Autostrade per l’Italia a fronte della disponibilità offerta al Governo italiano di farsi carico di nuovi impegni economici per sconti tariffari e contributi allo sviluppo infrastrutturale del Paese. Gli oneri complessivi delle misure proposte da Autostrade per l’Italia ammontano a 2,9 miliardi di euro“.