Greenpeace: Nell’imminente decreto rilancio la ripresa deve essere green

65

«Provare a rilanciare l’economia del Paese senza mettere al centro le soluzioni sostenibili sarebbe un drammatico errore. Solo una ripresa davvero green ci permetterà di uscire dalla crisi economica, sanitaria e ambientale che viviamo». Così Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia commenta le ultime indiscrezioni secondo cui il bonus per la mobilità sostenibile e l’ecobonus per la ristrutturazione edilizia potrebbero essere eliminati o ridimensionati a poche ore dalla prevista uscita del decreto rilancio.

«Dopo settimane di dichiarazioni sulla centralità della ripresa green dopo l’emergenza Covid-19 non possiamo accettare che tali dichiarazioni restino solo parole. Trasporti e efficienza energetica degli edifici sono due settori chiave nel processo di decarbonizzazione del nostro paese: misure per incentivare l’acquisto di biciclette nelle città e di pannelli fotovoltaici per le case, solo per citarne alcune, sono ora più che mai decisive»,  continua Onufrio.

«È il momento che il Governo non faccia retromarcia e confermi le coperture per queste misure. Rilanciare oggi il Paese in modo green significa mettere le basi per far fronte alla drammatica emergenza climatica e ambientale che viviamo già e che vivremo sempre di più in futuro se sceglieremo la strada sbagliata».