Il bicarbonato di sodio elimina i pesticidi sulle bucce di frutta e verdura

3103

Con il bicarbonato di sodio, si puliscono le superfici, si tolgono le macchie dai tessuti, si assorbono i cattivi odori, si fanno lievitare dolci, si disinfettano frutta e verdura.

Il bicarbonato è un prodotto estremamente polivalente. È presente tanto nell’armadietto dei medicinali di casa che nei prodotti di bellezza o in cucina. Ce ne serviamo in casa, nel garage, in giardino e persino per cucinare… Il bicarbonato cura, pulisce, sgorga, smacchia, deodorizza, risana… È un ripulente, addolcente, candeggiante, antiacido, anticalcare, deodorante…

L’uso del bicarbonato risale a tempi immemorabili. Sembra abbia accompagnato la vita dell’uomo durante tutta la sua storia, dall’antichità fino ai giorni nostri. All’origine è un minerale naturale, il natron (carbonato di sodio). È stato scoperto e utilizzato allo stato grezzo, in seguito sotto una forma molto più elaborata ma sempre naturale ed ecologica, simile al bicarbonato che conosciamo oggi.

Il bicarbonato è spesso indicato per il lavaggio di verdura e frutta da consumare crudi. Consiglio validissimo: esso è in grado di rimuovere fino al 96% dei pesticidi presenti sulle loro bucce. In pratica, quasi tutte le sostanze nocive. Ben più efficace della candeggina, per esempio, o di altri disinfettanti. Un team di ricerca dell’Università del Massachusetts ha riscontrato che il pH alcalinico del bicarbonato riesce ad intaccare le sostanze chimiche che si trovano sulle bucce dei vegetali. Rendendone innocue molecole.

Un ottimo alleato dunque se si vuole limitare l’assunzione di pesticidi e sostanze chimiche che si trovano nei vegetali che non provengono da agricoltura biologica. Tuttavia lo studio ha anche rilevato che occorre almeno un quarto d’ora di trattamento con il bicarbonato perché tutte le sostanze chimiche vengano neutralizzate. Lo studio si è svolto applicando su alcune mele dei comuni pesticidi, alcuni particolarmente penetranti. E lavando i frutti con solo acqua, una soluzione a base di candeggina, e acqua con l’1% di bicarbonato disciolto.

Sono stati quindi misurati i livelli dei pesticidi presenti sulla mela, dentro e fuori. Ed è risultato che il bicarbonato ne rimuove fino al 96% se applicato per 15 minuti. Alcune sostanze si sono rivelate più difficili di altre da rimuovere, ma in linea di massima la ricerca dichiara il bicarbonato vero re della disinfezione domestica.

Caratteristiche principali

  • È solubile in acqua, ciò che consente di usarlo anche diluito.
  • È molto poco solubile in alcol (etanolo). D’altra parte non lo si usa quasi mai con l’alcol.
  • È abrasivo. Questa proprietà, dovuta alla forma fine e angolosa dei cristalli che lo compongono, è particolarmente interessante per lucidare o levigare (elettrodomestici, argenteria…). Sciogliendosi con l’acqua, diventa tuttavia un abrasivo delicato che consente di pulire e sgrassare perfettamente ogni superficie, anche le più fragili e delicate, senza rigarle o danneggiarle.