Olio aromatizzato con aglio e peperoncino: i benefici e la ricetta per realizzarlo con il fai da te!

2327

Se sei amante del cibo piccante, ti trovi nel posto giusto, perchè oggi parlermo dell’olio aromatizzato con aglio e peperoncino. Non tutti ne gradiscono il sapore estremamente piccante, ma se conoscessero le proprietà che ha questa pianta, non ci penserebbero due volte a introdurlo nelle propria dieta alimentare.

Il peperoncino ha un sapore molto forte, quasi bruciante, dovuto alla presenza di alcune sostanze (capsaicinoidi) che si fissano su alcuni ricettori della lingua. Tanto per cominciare, la prima reazione dopo aver mangiato il peperoncino, è quella di tentare di alleviare il bruciore in bocca bevendo un bicchiere di acqua. Niente di più sbagliato. Meglio preferire del latte o dello yogurt, perché questi capsaicinoidi, all’origine della sensazione di bruciore, si dissolvono nei grassi. Certo, comprendo come un bicchiere di latte tra una forchettata e l’altra di pasta aglio, olio e peperoncini, ci azzecchi ben poco, ma tant’è.

Le proprietà salutari del peperoncino

Tra le sue proprietà, il peperoncino ha quella di favorire la secrezione di succhi gastrici e facilitare a digestione. Pensa che è proprio la capsaicina, l’alacaloide meritevole di questa proprietà digestiva. Il peperoncino ha anche proprietà antinfiammatorie, perché non solo è indicato in caso di tosse o raucedine, ma purifica anche il sangue e allevia i dolori reumatici: in questo caso, l’ideale è farlo macerare nell’alcol e applicarlo poi sulla parte dolorante, così da alleviare il malessere.

Il peperoncino è anche un ottimo alleato dell’apparato cardiocircolatorio: migliora la circolazione, è un ottimo cardioprotettivo, è un buon vasodilatatore e combatte il colesterolo (anche in questo caso, sempre merito dei capsaicinoidi che riescono a ridurre il tasso del colesterolo cattivo nel sangue). Il peperoncino ti aiuta a mantenere elastici i capillari e migliora l’ossigenazione del sangue; queste funzioni si devono invece agli acidi grassi insaturi che si trovano nei semi, e che rinforzano i vasi sanguigni.

L’olio piccante al peperoncino è un olio aromatizzato, dal sapore piccante e deciso, preparato per essere conservato ed utilizzato per insaporire marinate di carne o pesce, bruschette o condimenti per la pasta. A seconda del tempo di macerazione e del tipo di peperoncini utilizzati l’olio avrà un sapore più o meno deciso. In ogni caso è sempre bene utilizzarne prima solo una piccola dose, come la punta di un cucchiaino, per poi aumentarne la quantità in base ai propri gusti, imparando anche a conoscere la forza del proprio olio piccante.

L’olio piccante è un’ottima riserva pronta per insaporire le pietanze tenendo a portata di mano un insaporitore molto deciso e naturale, da utilizzare all’occorrenza per aromatizzare ogni tipo di cibo o da servire a tavola, insieme ai tradizionali sale e pepe, per permettere ad ogni commensale di servirsi all’occorrenza.

Olio aromatizzato con aglio e peperoncino

Ingredienti:

  • Mezzo litro (0,5 l) di olio extravergine di oliva
  • 3 peperoncini rossi piccanti
  • 2 spicchi di aglio

Preparazione:

Pulite accuratamente i peperoncini con un foglio di carta assorbente da cucina e poneteli in una bottiglia di vetro. Aggiungete l’aglio sbucciato e affettato, aggiungere l’olio e chiudete la bottiglia.
Lasciate l’olio piccante in infusione per almeno 1 settimana prima di consumarlo.

Ottimo per bruschette o crostini o come condimento per pasta, pizza o altre preparazioni. Se desiderate un sapore più piccante, potete aumentare la quantità di peperoncini e porli in infusione spezzettati anziché interi. Ricordate inoltre che il gusto piccante aumenta con il tempo di infusione: in caso desideriate smorzarlo, potrete aggiungere a mano a mano altro olio.

L’olio piccante al peperoncino deve essere consumato prima che l’olio inacidisca, in genere il tempo opportuno è di 3 mesi, la scadenza potrebbe comunque variare in base all’olio utilizzato e alla modalità di conservazione.