Angurie in frigo?: l’errore comune da evitare

3528

Uno degli errori più comuni che commettiamo dopo aver comprato un cocomero è quello di metterlo in frigo prima che venga aperto: ebbene, le angurie possono essere tranquillamente conservate a temperatura ambiente fino a che non sono pronte per essere consumate. Soltanto in un secondo momento, infatti, vanno poste in frigorifero per mantenerle succose e buone ancora per qualche giorno.

In questo caso, ricordatevi sempre di coprirle bene con una pellicola trasparente in modo da evitare l’ossidazione della parte più superficiale. Oppure congelate quello che resta del cocomero e mangiatelo in un secondo momento: per questo tipo di conservazione, bisogna sempre togliere la buccia, tagliare a pezzetti l’anguria e poi metterla nei sacchetti da freezer.

Inoltre, se avete un frullatore e degli stampini per ghiaccioli, è possibile anche trasformare l’anguria avanzata in dei dissetanti gelati per grandi e piccini avendo cura di togliere i semini.

Come sappiamo, l’anguria è composta per il 90% di acqua, le calorie sono praticamente nulle (solo 30 Kcal per 100 grammi) e resta tra i frutti più consigliati nelle diete. Inoltre i cocomeri contengono una sostanza dal potere afrodisiaco e si prestano ad essere usati in piatti freddi, magari all’interno di una ricca insalata con pomodori e cetrioli, o direttamente a fine pasto come sorbetto.