Asparagi, perchè sono importanti per la nostra salute?

584

Molte medicine tradizionali usano gli asparagi contro ritenzione idrica e sindrome del colon irritabile. Infatti stimolano la diuresi e forniscono fibre che promuovono il funzionamento regolare dell’intestino e riducono il rischio di tumori al colon. Inoltre le fibre aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue.

Gli asparagi sono inoltre una fonte di antiossidanti che aiutano a ridurre il rischio di sviluppare tumori e disturbi neurodegenerativi e a combattere le infezioni. L’acido folico aiuta a prevenire le malformazioni del sistema nervoso durante la gestazione; altre vitamine del gruppo B favoriscono un buon funzionamento del metabolismo, la vitamina K, il fosforo e il calcio proteggono le ossa, il potassio è un alleato della salute cardiovascolare e ferro e rame sono importanti per la sintesi dei globuli rossi.

Nella medicina popolare viene utilizzato sotto forma di decotto, per le sue proprietà diuretiche. Le parti aeree (germogli) dell’asparago coltivato e dell’asparago di bosco sono invece apprezzate come alimento.

L’asparago è dotato di spiccate proprietà diuretiche, conferitegli dalle saponine e dai flavonoidi in esso contenuti; tali molecole, infatti, sono in grado di stimolare la filtrazione renale. Per questa ragione, l’uso della pianta ha ottenuto l’approvazione ufficiale per il trattamento delle infezioni urinarie e dei calcoli renali. Alle saponine contenute nell’asparago sono attribuite anche proprietà cardiotoniche e lassative, ma tali attività non vengono sfruttate in ambito fitoterapico. Infine, l’asparago è molto apprezzato dal punto di vista nutrizionale, grazie al suo elevato contenuto di vitamine e sali minerali.

Asparago contro le infezioni del tratto urinario e contro la formazione dei calcoli renali

Grazie alla spiccata attività diuretica esercitata dall’asparago, questa pianta costituisce un valido rimedio in caso di infezioni delle vie urinarie e calcoli renali. Più precisamente, l’azione diuretica viene sfruttata per favorire la guarigione delle suddette infezioni urinarie e per prevenire la formazione di calcoli renali, grazie all’azione dilavante naturalmente esercitata dalle urine. Generalmente, per la prevenzione e il trattamento dei sopra citati disturbi, si consiglia l’utilizzo di circa 800 mg al giorno, da assumersi con un’adeguata quantità di acqua o altri liquidi.

Controindicazioni

Evitare l’assunzione di asparago in caso d’ipersensibilità accertata verso uno o più componenti e in pazienti affetti da nefriti o altre patologie renali. Inoltre, l’utilizzo dell’asparago come rimedio diuretico è controindicato anche in individui che presentano una ridotta funzionalità cardiaca e/o renale.